Weave, Mozilla diventa Service Provider

WeaveWeave è il nome del nuovo progetto appena annunciato dai Mozilla Labs, che sembrano aver imparato la lezione di Google: i servizi online che permettono agli utenti di manipolare agilmente dati e contenuti sono molto più importanti e rivoluzionari delle applicazioni che ne permettono l’uso, o del rispetto degli standard. Wave è il primo passo in questa direzione: un servizio che — finalmente — permette di accentrare i dati collegati al proprio browser (profili, bookmark, personalizzazioni) in rete e sincronizzarli da più macchine, e che allo stesso tempo definisce le specifiche per creare servizi simili supportati da Firefox.

I servizi di Weave

Non so ancora come funzioni nei dettagli, l’annuncio è appena uscito e non ho fatto in tempo a studiare Weave o a installarlo insieme a Firefox 3. Credo però che ci sarà la corsa, nei prossimi mesi, a realizzare plugin e applicazioni che lo sfruttano dato che gli use case di un servizio di questo tipo sono quasi infiniti, primo fra tutti un aggregatore che finalmente permetta di sincronizzare feed e articoli tra più browser.

Comments

  1. Mmm, infatti mi chiedevo come mai Mozilla ancora non implementasse una cosa del genere e lasciasse il campo libero a BigG. Tu parli però di browser differenti, non pensi invece che utilizzeranno il servizio per poter portare via ulteriori quote di mercato a IE?

    Comunque, IMHO, il bello sarebbe che potessero incrociarsi, con questo Weave, le API di del.icio.us, flickr et similia.

  2. Hmmm si, con “più browser” intendevo “istanze diverse dello stesso browser sulla stessa macchina o su macchine diverse”. Il caffé non era ancora entrato in circolo. 🙂

    E hai ragione, una delle evoluzioni naturali di questo tipo di servizio è diventare il supporto per network sociali.

Policy per i commenti: Apprezzo moltissimo i vostri commenti, critiche incluse. Per evitare spam e troll, e far rimanere il discorso civile, i commenti sono moderati e prontamente approvati poco dopo il loro invio.