AOL e IM: un altro muro pronto a crollare?

Alzi la mano chi ricorda il proprio UIN su ICQ. Niente di meglio di una
domanda così e dell’immediato silenzio che ne risulta per sentirsi un vecchietto…
Nella seconda metà dei Novanta, tra uno schermo blu e l’altro, si era
allietati dal “toc toc” di un contatto che arrivava online, e dallo
“uh-oh!” in tonalità nasal-chipmunk dei messaggi in entrata. Era il tempo in
cui il grande pubblico entrava in contatto con la
messaggistica istantanea.

Un paio d’anni prima che il millennio scattasse, AOL fece un sol
boccone di Mirabilis (l’astronave madre di ICQ) e di OSCAR (il
protocollo di comunicazione) e li integrò col suo sistema, AIM, del
quale da quaggiù a stento vediamo i contorni, ma che oltreoceano conta
sessanta e più milioni di utenti. In una strategia che vien da
definire embrace and expend (sic), ad ICQ e OSCAR vennero tagliate di risorse ed attenzione, lasciandoli stagnare,
mentre lo sviluppo si concentrava sul client AIM, rendendo di fatto
l’integrazione tra le basi utenti dei due sistemi l’unico risultato interessante
dell’operazione.

Pochi avrebbero scommesso che ci sarebbero state novità a questo punto.
(Stiamo parlando della stessa AOL che prese in consegna il
browser Netscape solo per accompagnarne il requiem.) Poi, un paio di
giorni fa, alcuni hanno notato l’esistenza di un misterioso server
xmpp.oscar.aol.com.

Ora, cosa sia aol.com lo si capisce e cosa sia
oscar l’ho detto sopra. Cosa sia xmpp non tutti lo
sanno, perché è un po’ come SMTP, chi lo usa lo conosce sotto altro
nome—nessuno dice “sto usando
SMTP!” piuttosto che “sto usando GMail!”.

XMPP è la tecnologia su cui poggia la rete Jabber: Google Talk,
Livejournal, Gizmo, GMX e Yandex (grossi ISP rispettivamente tedesco e
russo), Jaiku, Twitter (sì, anche lui), e miriadi di installazioni
aziendali e server indipendenti. Come SMTP, è una specifica per il
“push” di informazioni dal punto A al punto B, con la
differenza che il punto A e il punto B sono utenti e non mailbox; come con SMTP, la rete è aperta: io@mioserverxmpp.org posso
chiaccherare tranquillamente con te@tuoserverxmpp.net, mentre franco@hotmail.com, ciccio@skype.com e 8812730@aol.com continuano a essere separati da muri imponenti.

Detto questo, cosa si nasconde dietro xmpp.oscar.aol.com?

$ telnet xmpp.oscar.aol.com 5222
Trying 205.188.104.130...
Connected to xmpp-d01.blue.aol.com
Escape character is '^]'.
<stream:stream to="xmpp.oscar.aol.com" xmlns="jabber:client" xmlns:stream="http://etherx.jabber.org/streams" xml:lang="en" version="1.0">
<stream:stream from='xmpp.oscar.aol.com' id='e2d7998a-bc2a-414e-a68d-f91b5c910784'
xml:lang='en' version='1.0' xmlns='jabber:client' xmlns:stream='http://etherx.jabber.org/streams'>

…è uno stream XMPP o sei solo contento di vedermi?

A quanto pare, mentre Davide scriveva
della massiccia vittoria per gli standard in campo identità avente per
protagonista Yahoo, AOL era impegnata a prepararne un’altra nel campo
IM, con i primi segni di supporto a XMPP!

xmpp.oscar.aol.com è un server di test, non di produzione
(“we’re
not yet sure what’s running there
”), e non ha retto a lungo
alla curiosità, ma comunque abbastanza da mostrare che accetta login da client
XMPP usando il proprio UIN@aol.com per ICQ (es. 12345678@aol.com) o lo
screen name per AIM (es. bob@aol.com), e permette di scambiare messaggi con i contatti e vedere il loro stato.

Ci si chiede da quanto fosse nell’aria il progetto; alcuni
indicano il recente supporto di GMail Chat per gli account AIM (finta interoperabilità), altri ad una gara
di programmazione
indetta da AOL nel 2006.

Più di tutto fa sperare questo
commento
lasciato sul blog di Florian Jensen, che per primo ha
dato la notizia alla blogosfera:

Hey Flo,

Thanks for blogging about our commitment to openness. We’ve been
working really hard over the past few years in making all of our
services more open and standards based, working with the SIP as well
as the Jabber/XMPP communities. Our XMPP gateway at
xmpp.oscar.aol.com, which we’ve been working on for a while now, is
just one approach we’re tinkering with. As you pointed out, though,
this particular server at xmpp.oscar.aol.com is a test server, so I
wouldn’t count on it being reliable or even continuously available
until we put some more work into it to bring it up to our standards.

In the meantime, keep your eyes open for more announcements from us
soon. We’re excited by the work we’re doing and the support we’ve
received from the broader internet community and hope you’ll be just
as excited by what we’ve got to offer.

-Edwin Aoki

-Technology Fellow/Lead Architect, AOL Products

Dopo il web e l’e-mail, sarà finalmente l’ora dell’IM e della
reazione a catena verso una rete aperta?

Comments

  1. Io la mano l’ho alzata. :P

    Cmq, si, eccezionale notizia. Che sembra curiosamente in tandem con l’altra, seppure l’ambito sia differente. :)

  2. Gran bella notizia!

    E io, comunque, ricordo ancora il mio UIN ICQ che risale al 1998 (infatti è a 8 cifre)!!!

  3. Mano alzata, 76798130… :)

  4. @maelstrom: 7 cifre! (mi pare di essermi iscritto nel ’97)

  5. 132327290, intorno al 2000 credo. :)

  6. Mano alzata, e spero davvero che un misto ICQ/Jabber possa scalzare MSN a cui siamo ahinoi costretti ad usare

  7. Sette cifre anche qui: 9696139

  8. @giovanni: eh, ma qui la cifra dei milioni è 1 (ok la smetto :))

  9. @larsen: “1”? Hats off to you. :-)

  10. Comunque ho trovato degli ambienti sociali in cui si usa ancora ICQ come strumento preponderante per la comunicazione istantanea: davvero strano, ma vero!

  11. Vogliamo ricordare che AOL è stata anche la prima $MEGACORPORATION a supportare OpenID ?

    Stanno seguendo un percorso di apertura & innovazione veramente brillante, speriamo continuino a lungo.

  12. Sicuramente una buona notizia, meglio il riutilizzo di un buon protocollo che la creazione di uno nuovo proprietario. Sulle buone intenzioni filantropiche ci credo poco. Nel momento in cui msn e skype sono gli standard bisognerebbe tirar fuori almeno un coniglio siamese per tentare di fargli concorrenza. Quindi meglio aggregarsi ad un carrozzone [se Google l'ha scelto, farà sì che non sarà sicuramente una meteora temporanea]

  13. midellaq says:

    1212705

    e vediamo chi vince :)

Policy per i commenti: Apprezzo moltissimo i vostri commenti, critiche incluse. Per evitare spam e troll, e far rimanere il discorso civile, i commenti sono moderati e prontamente approvati poco dopo il loro invio.