Archives for febbraio 2008

Java IDE Day in Italia

A Genova il 10 Marzo e a Roma il 12 si terrà il Java IDE Day.

Tre evangelist del team di sviluppo di 3 IDE Java tra i più diffusi si sfideranno in singolar tenzone:

In questa lista si sente forse la mancanza di Eclipse, ma per il resto è sicuramente sostanziosa e gli speaker sono di tutto rispetto.

L’evento è tecnico e gratuito e sarà tenuto all’interno della Facoltà di Ingegneria di Genova e della Facoltà di Ingegneria dell’Università Roma TRE. Se volete partecipare dovete solo registrarvi sul sito del Java IDE Day.

Java è senza ombra di dubbio uno di quei linguaggi che può trarre un discreto vantaggio dall’uso di un buon IDE per cui, se vi capita di usarlo per lavoro o per professione, vi potrebbe interessare ascoltare dal vivo gli sviluppatori di questi IDE.

Presentazione nazionale OLPC – la macchina dei bambini

Parte da
Firenze, per la prima volta in Italia, la presentazione di One Laptop
Per Child
(OLPC) Italia: il portatile adatto ai bambini e disegnato per
imparare a imparare. L’importante appuntamento, organizzato
dall’assessorato all’informatica, è per il 7 marzo nel salone de’
Dugento in Palazzo Vecchio. L’evento vanta la partecipazione di
Nicholas Negroponte, Fondatore del Massachusetts Institute of
Technology (MIT) Media Lab di Boston ed ideatore del laptop XO-OLPC.

[Read more…]

Le avventure di un Pythonista in Schemeland/4

Nelle puntate precedenti non ho fatto altro che parlare male di
Scheme. In questa puntata cercherò di riequilibrare la situazione,
parlando di performance e dei vantaggi di un compilatore
ottimizzante. Sarà però necessario superare un paio di difficoltà
prima di poter scrivere qualche benchmark portabile. La prima difficoltà è la
mancanza del ciclo for, che è tipica dei linguaggi funzionali;
la seconda difficoltà è che non esiste un modo completamente portabile
per scrivere un modulo, anche se l’R6RS ci arriva vicino.

[Read more…]

PyCon Italia Due, Call For Papers

Come lo scorso anno Python Italia APS sta preparando l’edizione italiana della popolare conferenza americana dedicata al linguaggio Python. Il primo passo della preparazione è il Call For Papers che da inizio al periodo in cui i candidati speaker hanno la possibilità di proporre un argomento di loro interesse come talk per la conferenza.

La conferenza di quest’anno si svolgerà ancora a Firenze dal 9 all’11 Maggio ma questa volta possiamo notare alcune sorprese inaspettate, leggendo direttamente dal sito della conferenza:

La conferenza si tiene a Firenze nelle giornate di Venerdì 9, Sabato 10 e Domenica 11 Maggio. L’evento di apertura si terrà a Palazzo Vecchio nel pomeriggio di Venerdì, durante il quale terrà un keynote Richard Stallman. Sabato e Domenica, al Viva Hotel Laurus, nei pressi del Duomo, si svolgeranno 3 track parallele di conferenze.

Non sono numerose le conferenze italiane, su strumenti Open Source, analoghe a PyCon o al PHPDay. Restano, a maggior ragione, il momento perfetto per farsi conoscere dal mondo delle aziende, che parteciperanno sia in veste di sponsor che in veste di partecipanti. Purtroppo però non sempre mi è capitato di trovare uno spirito intraprendente o un pochino coraggioso tra i giovani sviluppatori italiani, spaventati forse dalla paura di parlare in pubblico e di poter commettere errori. Questo è un vero peccato perché, se c’è una cosa che ho imparato negli ultimi 5 anni, è che proprio durante le conferenze si riescono a trovare i contratti migliori e le conoscenze più utili nell’ambito IT. Non fatevi quindi sfuggire l’occasione di farvi osservare e valutare dai professionisti italiani e provate a proporre le vostre idee innovative.

Know How

Google annuncia il Summer of Code 2008

Google ha annunciato l’apertura del Google Summer of Code 2008. Come tradizione, da ormai quattro anni, Google offrirà 4500 dollari a studenti di informatica in tutto il mondo, per lavorare su progetti open source durante il periodo estivo.

Le iscrizioni si apriranno il 3 Marzo per le organizzazioni partecipanti (come mentor) e il 24 Marzo per gli studenti aspiranti a partecipare. Per gli interessati, si consiglia la lettura delle apposite FAQ.

Tra i nostri lettori, c’è qualche studente interessato a partecipare? Se sì, su quale progetto? Nei commenti mi piacerebbe sentire le vostre opinioni sull’iniziativa e raccogliere anche i pareri di chi vi ha già partecipato negli anni precedenti (tra cui alcuni membri della redazione di Stacktrace.it).

L’open source come lavoro

Le migliori aziende del settore IT, almeno a livello internazionale, sono da sempre alla ricerca di informatici di talento. Non è quindi sorprendente che gli sviluppatori più attivi nella comunità open source siano spesso assunti con contratti decisamente ragguardevoli. Ci sono migliaia di esempi minori ma, per citarne uno prominente, si pensi ad Alex Martelli (aka MartelliBot) celebre nella comunità Python ed assunto da Google, Inc. (in Silicon Valley) come Uber Technical Lead.

[Read more…]

Rilasciato Python 2.5.2

Python Logo

Il 21 Febbraio è stato rilasciato Python 2.5.2, ultima minor release del famoso linguaggio. Come al solito sono moltissimi i bugfix e si continua il processo di maturazione e raffinamento del linguaggio. Tra le novità più interessanti troviamo l’aggiornamento di href=”http://python.net/crew/theller/ctypes/”>ctypes alla versione 1.0.3 e l’aggiornamento delle operazioni aritmetiche nel modulo decimal alle più recenti specifiche di IBM (versione 1.66).

Con l’arrivo di Marzo si avvicina anche l’inizio di PyCon US, la più grossa conferenza mondiale di Python, che quest’anno si svolgerà a Chicago dal 13 al 20 del prossimo mese. Come spesso accade dopo le conferenze ci saranno lunghe sessioni di sprinting sui framework e le librerie più diffuse nel mondo di questo linguaggio. Sarà assolutamente interessante andare a spulciare le novità nelle future release del linguaggio al termine degli sprint non solo guardando il progetto ufficiale della PSF ma anche le varianti più esoteriche del linguaggio come PyPy.

Le avventure di un Pythonista in Schemeland /3

Nelle puntate precedenti mi sono limitato a discutere alcuni aspetti "di
contorno" del linguaggio Scheme: disponibilità di librerie,
affidabilità delle implementazioni, supporto in caso di bugs,
eccetera. In questa puntata invece affronterò alcune tematiche più
inerenti al linguaggio, come la sintassi, il modo di programmare e la
filosofia generale. Comincierò con una discussione delle famigerate
parentesi, che da sempre sono oggetto di innumerevoli discussioni:
dopotutto, come probabilmente saprete, LISP sta per
Lots of Irritating Superfluous Parenthesis, e Scheme ha ancor
più parentesi di altri Lisp!

[Read more…]

Il cubetto


Diversi anni fa — forse addirittura il secolo scorso — recuperai in non so più che fiera un piccolo puzzle costituito dalle sei facce del cubetto che vedete nell’immagine qui a fianco.
Dal punto di vista formale possiamo considerarlo come un cubo di lato 6. Su un solo lato di ogni faccia, di spessore 1, è impresso il nome dello sponsor. L’obiettivo del puzzle è incastrare le sei facce in modo da ricostruire il cubetto originale.

[Read more…]