Grossi investimenti per AT&T

att logo

Con un comunicato rilasciato ieri, AT&T annuncia un sostanziale investimento nel 2008 per i servizi 3G, espandendo la rete sino a coprire 80 nuove città negli Stati Uniti, per un totale di circa 1500 nuove celle. Contemporaneamente, proseguirà il lavoro di aggiornamento di tutta l’infrastruttura alle ultime tecnologie Wireless disponibili, in particolare a HSUPA, un protocollo della famiglia HSPA.

Con questo upgrade AT&T potrebbe garantire accessi sino a 8Mbps, limite massimo teorico per HSUPA, che verosimilmente diverranno poi nel mercato accessi a 5Mbps. In Italia, Telecom e 3 sono le uniche compagnie, al momento, ad investire in questa tecnologia.

La notizia è stata una sorpresa specialmente per chi si aspettava invece una svolta in tutt’altra direzione, verso tecnologie di quarta generazione. Citiamo ad esempio WiMAX, di cui è abbastanza recente la notizia delle licenze in Italia. Tuttavia gli esperti sono abbastanza scettici sul futuro e sull’effettiva utilità di un servizio come WiMAX, riportando spesso come esempio il problema delle frequenze utilizzate.

La rete telefonica cellulare tradizionale, infatti, si serve di onde elettromagnetiche di lunghezza d’onda tale da poter penetrare agevolmente i solidi, con attenuazioni di segnale minime. D’altro canto, come sa bene chiunque abbia un access point wireless in casa, cambiando frequenza di funzionamento le barriere fisiche come muri e pareti diventano un problema quasi insormontabile, con una attenuazione del segnale che in alcuni casi arriva intorno al 70-80%, rendendo WiMAX di difficile utilizzo.

Forse AT&T, che ricordiamo è il più grosso provider degli Stati Uniti, valutando anche questi aspetti prettamente tecnici, ha saggiamente preferito di dirigersi verso soluzioni meno performanti ma dal futuro più sicuro.

Policy per i commenti: Apprezzo moltissimo i vostri commenti, critiche incluse. Per evitare spam e troll, e far rimanere il discorso civile, i commenti sono moderati e prontamente approvati poco dopo il loro invio.