C# e il suo futuro

Sogno il giorno in cui la smetteremo di farci la pelle per la tipizzazione dinamica, statica, esplicita, per l’inferenza dei tipi, la compilazione oppure l’interpretazione. Sogno un mondo in cui ogni programmatore possa scegliere il linguaggio che più gli aggrada solo per la sintassi e si ritrovi ogni genere di feature a sua disposizione.

Ok, sto decisamente scherzando. Sarebbe la morte delle diversità, delle guerre di religione, la rivincita di Mozart/Oz. La cosa che però penso ci metta tutti d’accordo è vedere quanto è bello quando il linguaggio X prende in prestito le cose interessanti da Y (senza peggiorarle magari…).

Dopo averci stupiti con progetti quali IronPython e IronRuby, Microsoft attraverso la voce di Charlie Calvert (Community Program Manager) e Mads Torgersen
(Senior Program Manager) parla delle novità che verosimilmente verranno
incluse nella prossima release di C# (4.0 a quanto pare).

Calvert nel suo post intitolato Future Focus I: Dynamic Lookup,
elenca un primo gruppo di funzionalità candidate a far parte
dell’arsenale dei programmatori C# del futuro: Office automation senza type library, la possibilità di interagire con i linguaggi dinamici della piattaforma .NET e una reflection potenziata.

A
mio avviso la seconda novità è davvero, davvero importante per la
diffusione a macchia d’olio dei linguaggi dinamici su quel tipo di
piattaforma. Il giorno in cui un qualsiasi programmatore C# potrà usare
in maniera trasparente un oggetto IronPython/IronRuby sarà un gran
giorno.

Comments

  1. Gianluca says:

    Sono d’accordo, è il motivo per cui anche se non capisco tutto l’entusiasmo attorno alle closures ho scelto di investire su Groovy come linguaggio dinamico su piattaforma Java anche se Python (e la sua incarnazione javesca JPython) è molto più attraente.

  2. Hai dato un’occhiata a JRuby? Sembra avere parecchio momentum

  3. sarà più attraente, ma la Sun pare preferire JRuby 😉

Policy per i commenti: Apprezzo moltissimo i vostri commenti, critiche incluse. Per evitare spam e troll, e far rimanere il discorso civile, i commenti sono moderati e prontamente approvati poco dopo il loro invio.