Stacktrace acquistata da Slashdot!

La Redazione è letteralmente scioccata dall’annuncio arrivato in nottata dagli Stati Uniti: Slashdot intende acquistare in toto i diritti su tutti gli articoli pubblicati da Stacktrace!

Slashdot

L’offerta è di quelle che non lasciano scampo e anche i pochi contrari hanno dovuto cedere di fronte al numero di zeri della proposta dei perlisti americani. Una delle condizioni dell’acquisto include infatti i sorgenti ludici alla base del nostro progetto editoriale.

Con un colpo solo, in questo modo, gli americani possono accantonare la loro obsoleta piattaforma e accaparrarsi i migliori scrittori tecnici in lingua italiana.

Non escludiamo che questo precluda Wink ad una versione di Slashdot nella nostra amata lingua.

Vi aggiorniamo a breve sui termini dell’accordo.

About Marco Beri

Marco Beri si laurea in Scienze dell’Informazione nel 1990, periodo oramai definibile come la preistoria del settore. Il computer è prima di tutto un suo hobby e anche per questo si innamora di Python a prima vista nel lontano 1999, dopo aver sperimentato una ventina di altri linguaggi. Fa di tutto, riuscendoci, per portarlo nella sua azienda, la Link I.T. spa, dove dal 1997 occupa il ruolo di amministratore e responsabile dello sviluppo software. Riesce perfino a intrufolarsi come amministratore nella fondazione dell’associazione Python Italia. Incredibilmente pubblica anche diversi libri per Apogeo/Feltrinelli.

Comments

  1. Grandi! mi sembrava strano che alle 11 di mattina nessuno si fosse ancora lanciato in un pesce d’aprile degno di tal nome 🙂 e voi siete stati i primi, nel mio feed aggregator 😉

  2. “i sorgenti ludici”?!? Lo sapevo che stavate tutto il tempo a cazzeggiare! 😉

    Congratulazioni, comunque. 😉

  3. Giovanniccc says:

    Ma lo sapete che proprio stamattina Slashdot è stata acquistata da Google???

  4. Come pesce d’aprile? Vuol dire che stavano scherzando? Impossibile! Chi usa perl è privo di senso dell’umorismo 🙂

  5. Aaaaaaamica tuaaa, una canna fatta di magiaaaa, col cappello gialloo in testaaaa, sotto il sole e sotto la tempestaaaaa 😀

  6. Cuciniamocelo sto pesce d’aprile…
    😉
    per il ripieno: 100 gr di mollica di pane tostato, un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva, un cucchiaio di succo di limone, la buccia di un limone grattugiato, mezzo cucchiaino di zucchero, poco sale, pepe, la salsetta di 4 acciughe salate e sfaldate in olio d’oliva, un ciuffo abbondante di prezzemolo tritato, 50 gr di capperi, 50 gr di olive nere snocciolate e tritate fini, 40 gr di uva sultanina, 40 gr di pinoli, 50 gr di mandorle tostate e tritate.

  7. Andrea Spadaccini says:

    Stupendi i tag: slashdot e soldi.

    E poi.. Non escludiamo che questo precluda ad una versione di Slashdot nella nostra amata lingua.: nel senso che, acquisendo i migliori talenti italiani ed eliminandoli fisicamente è possibile che slashdot italia non nasca mai? 😛

  8. @Andrea: grazie a te ora ho capito la vera essenza dell’offerta di Slashdot! Ne parlo con gli altri. Adesso per me si possono tenere i loro 20 milioni di dollari! 🙂

  9. Azz… ci sono cascato in pieno come un salame :(…

  10. Davvero complimenti! Ogni tanto una bella storia anche dall’Italia.

  11. Non ci posso credere! Mi sono reso conto adesso di che giorno è… ci sono cascato in pieno!

  12. E i soldi ? A chi devo dare gli estremi per il bonifico ? Antonio ?

  13. @Paolo: guarda, mentre mi rileggevo ci sono cascato anche io… 🙂 Comunque davvero grazie per il tuo tifo: ci fa un sacco di piacere.

  14. @ngw: senti, facci tu un bonifico di 100 €, noi poi, vedendo da lì i tuoi estremi, te li restituiamo insieme alla tua parte. Fidati.

Policy per i commenti: Apprezzo moltissimo i vostri commenti, critiche incluse. Per evitare spam e troll, e far rimanere il discorso civile, i commenti sono moderati e prontamente approvati poco dopo il loro invio.