Segnali di vita per Stacktrace

Forse afflitto da un po’ di nostalgia per l’Italia, paese che ho lasciato 8 anni fa, verso la fine del 2007 ho deciso di lanciare un sito tecnico italiano. Sarebbe stato un blog a metà strada tra un magazine e un sito di news tecniche. Il mio entusiasmo per il progetto mi ha portato a coinvolgere alcuni dei migliori professionisti italiani nel campo dell’informatica. Un team forse mai visto prima in Italia.

Il progetto ha subito preso piede. Nel giro di pochi mesi abbiamo pubblicato più di cento articoli e ci siamo garantiti la stima e l’affetto di moltissimi lettori, parecchi dei quali hanno scelto di seguirci assiduamente tramite feed e via email.

Ho dedicato moltissimo del mio tempo libero al primo anno di Stacktrace. Sembrava quasi un secondo lavoro a tempo pieno. Il progetto era d’altronde molto ambizioso.
[Read more...]

Statistiche secondo trimestre

D’estate il ritmo di pubblicazione diventa piuttosto blando, per cui ho pensato che sarebbe interessante condividere apertamente le statistiche dell’ultimo quarter, ovvero del periodo che va dal primo di aprile al 30 di giugno.

[Read more...]

Il futuro di Stacktrace.it

E poi venne il silenzio, muto, quasi implacabile. I lettori più attenti sapranno già di cosa sto parlando. Osservando la pagina degli Archivi è facile notare un rallentamento nel ritmo di pubblicazione degli articoli a partire dalla scorsa estate per poi fermarsi, in un silenzio assordante, da Novembre.

[Read more...]

Le Nuove Avventure di un Pythonista in Schemeland

Qualche tempo fa si è concluso il secondo ciclo delle “Avventure di un Pythonista in Schemeland”. Scrivevo nell’editoriale che annunciava la fine del ciclo: “Per darvi il tempo di riflettere e di assorbire le puntate pubblicate finora, conto di lasciare una breve pausa tra la fine di questo ciclo e l’inizio del prossimo”. La “breve pausa” si è allungata a cinque mesi, un pò per le due trilogie di articoli su Python che sono apparsi nel frattempo, un pò per le vacanze estive e un pò per esigenze personali (vi dice qualcosa la parola matrimonio? ;) Inoltre, in questi mesi ho un pò ripensato la strategia di pubblicazione delle “Avventure”.

[Read more...]

Le avventure del futuro

Con la puntata pubblicata la settimana scorsa abbiamo chiuso il
secondo ciclo delle “Avventure di un Pythonista in Schemeland”. È
tempo di una pausa di riflessione. Il primo ciclo di cinque puntate è
stato puramente introduttivo e rivolto a tutti, mentre il secondo
ciclo è stato più tecnico e rivolto ad un pubblico attento. In
particolare, siamo entrati nel cuore di Scheme, andando a discutere il
concetto di code is data ed introducendo le macro di tipo
syntax-rules. Adesso è il momento di avere un pò di feedback
dai lettori. Sondando nella lista degli autori di Stacktrace ho
scoperto che molti trovano il ritmo di pubblicazione attuale (poco
meno di un articolo a settimana) un pò difficile da seguire. Voi
lettori abituali che ne dite? State ancora seguendo? Vi è scoppiata
la testa leggendo la decima puntata?

[Read more...]

Grandi novità a Stacktrace

Non abbiamo tempo di scendere in dettagli ma a Stacktrace le cose stanno per cambiare pesantemente: stiamo per lanciare la versione del sito in tedesco, spagnolo, polacco e russo!

Antonio Cangiano si è opposto pesantemente sostenendo che “il Canada é il futuro: dobbiamo tradurre tutto in francese!”.

Come risultato una rissa virtuale si è scatenata tra tutti i redattori con il canale irc di Stacktrace, inondato di insulti e minacce. Per fortuna la maggioranza ha bocciato la proposta del fondatore di Stacktrace (evidentemente aveva intenzione di diventarne anche il suo af-fondatore, spedendo tra i pesci la sua creatura!).

Se siete fluenti in una di queste lingue, scrivete un commento specificando le vostre competenze (Cobol, RPG, Assembly), la lingua preferita, la data di nascita e il codice fiscale.

Il futuro de “Le avventure di un Pythonista in Schemeland”

In un commento alla prima puntata delle mie “Avventure” dicevo che questa
era una serie di ampio respiro che ci avrebbe accompagnato per molte
puntate. Parlavo seriamente: in questo momento, dopo cinque puntate,
siamo soltanto alla conclusione dell’introduzione. La serie vera
comincia adesso
.

[Read more...]

Pensando al futuro

L’essere umano è caratterizzato da una necessità naturale di esprimersi, informarsi, comprendere e comunicare liberamente. “[...] fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza” diceva, con parole eterne, il Sommo poeta. Il progresso dell’umanità è stato fortemente agevolato dall’abilità di soddisfare questa esigenza. Si pensi ad esempio all’impatto che ha avuto l’invenzione della stampa a caratteri mobili da parte di Johannes Gutenberg. Il trionfo di un’idea, la multiplicatio librorum, ha agito da catalizzatore per il Rinascimento e la Rivoluzione scientifica, ed ha trasformato per sempre il corso della storia. In fondo, la stampa non ha fatto altro che agevolare il processo comunicativo e la diffusione di informazioni. Ma le conseguenze sono state inimmaginabili ed hanno accelerato come non mai lo sviluppo della civilizzazione umana.

[Read more...]

Un mese dopo

I progetti di maggiore successo non sono mai degli sprint. Sono piuttosto delle maratone dove ad ogni chilometro si raggiunge un piccolo traguardo che determinerà il successo dell’intera corsa. In una trentina di giorni siamo riusciti a garantirci la fiducia di circa 1000 persone, che si sono abbonate al nostro feed. Più di 25.000 ci hanno fatto visita da ogni parte del mondo, mentre abbiamo registrato 60.000 pageview. Se consideriamo poi che il nostro progetto ha una natura squisitamente tecnica e quindi un pubblico circoscritto, ci sentiamo fieri di questi numeri ottenuti così rapidamente.

Osservando le statistiche del traffico ricevuto da Stacktrace.it nel suo primo mese di esistenza, sarebbe facile darsi un’autocelebrativa pacca sulle spalle, ma è importante ricordare che siamo solo al primo passettino di una lunga camminata. Nonostante il mio amore per i numeri, condiviso da gran parte dei geek nel gruppo, non sono le statistiche a darci la gioia maggiore. Sono le vostre parole. I vostri commenti ad ogni articolo o notizia pubblicata. Le vostre opinioni circa il sito nei blog e nei forum.

La vostra accoglienza del progetto con parole fin troppo lusinghiere, ci porta a credere sempre più nell’esigenza di questo sito nel panorma dell’IT italiano. Stacktrace vuole andare oltre la pubblicazione di semplici contenuti tecnici di qualità; vuole essere un hub per attrarre teste pensanti e aprire discorsi e discussioni nella nostra lingua, che altrimenti rimarrebbero inesplorati.

In questo breve editoriale, non ho molto altro da aggiungere, solo la nostra più sincera gratitudine e l’intenzione di continuare su questa rotta, introducendo novità interessanti per i nostri lettori, un passo alla volta.

Semplicemente grazie!

Eccoci qui una settimana dopo. In soli sette giorni, Stacktrace.it ha superato ogni aspettativa. Stiamo lavorando sodo per rendere Stacktrace il sito che noi stessi vorremmo usare e visitare quotidianamente. Quest’approccio sembra portare già i primi frutti. L’intera redazione è infatti stupita dall’accoglienza a braccia aperte ricevuta da parte dei 7000 che ci hanno fatto visita (con 22.000 pageview nonostante il periodo natalizio). Evidentemente molti di questi — proprio come i fondatori del progetto — sentivano l’esigenza di un sito per geek, prodotto da esperti del settore. I commenti ricevuti fino ad ora via email, blog o direttamente nella sezione commenti, sono stati molto incoraggianti e ci spingono a continuare con questa linea editoriale senza mai cullarci sugli allori.

[Read more...]