C# e il suo futuro

Sogno il giorno in cui la smetteremo di farci la pelle per la tipizzazione dinamica, statica, esplicita, per l’inferenza dei tipi, la compilazione oppure l’interpretazione. Sogno un mondo in cui ogni programmatore possa scegliere il linguaggio che più gli aggrada solo per la sintassi e si ritrovi ogni genere di feature a sua disposizione.

Ok, sto decisamente scherzando. Sarebbe la morte delle diversità, delle guerre di religione, la rivincita di Mozart/Oz. La cosa che però penso ci metta tutti d’accordo è vedere quanto è bello quando il linguaggio X prende in prestito le cose interessanti da Y (senza peggiorarle magari…).

[Read more…]