Qtrax: l’incubo di Steve Jobs?

QtraxTra meno di mezz’ora Qtrax.com lancerà la beta del proprio software peer-to-peer per la condivisione di file musicali. L’evento è piuttosto significativo perché, per la prima volta nella storia della musica online, 25 milioni di canzoni saranno scaricabili gratuitamente e legalmente. Dopo alcuni anni di trattative, l’azienda Qtrax è infatti riuscita ad accaparrarsi un accordo con le quattro major discografiche: Sony&BMG, Universal, Warner ed Emi. Si tratta di una win-win situation, dove gli artisti e le loro case discografiche vengono pagati tramite la pubblicità generata dal sito e mostrata quando si ascolta una canzone, mentre gli utenti possono finalmente ottenere musica gratuitamente e senza il timore di ripercussioni legali.

[Read more…]

Il cambiamento dei modelli di distribuzione della musica

Con la sempre maggiore diffusione del digitale il settore discografico sta subendo profondi cambiamenti sia per quanto riguarda i modelli di distribuzione della musica che per i propri modelli di business.

La musica è un bene intangibile, non richiede nulla per essere riprodotta e di conseguenza risulta molto facile eseguirne copie fedeli all’originale a differenza del passato in cui era veicolata esclusivamente tramite supporti fisici (vinili e musicassette) i quali consentivano un (relativamente) lento propagarsi di copie illegali.
Con l’avvento del compact disc e più tardi di internet il trend ha subito una forte accelerazione fino ad alcuni esempi limite di brani/album disponibili illegalmente prima ancora dell’uscita nei negozi.

[Read more…]

iPhone SDK

iPhoneIn un’intervista rilasciata a Fortune, Greg Joswiak, responsabile marketing per i prodotti hardware di Apple, parla dell’SDK per l’iPhone che dovrebbe, secondo quanto annunciato da Steve Jobs alcune settimane fa, essere rilasciato all’inizio del prossimo anno.

Joswiak parla dei problemi che hanno incontrato per conciliare il diktat di Jobs — le applicazioni non devono compromettere la sicurezza e la stabilità dell’iPhone — con la volontà degli ingegneri di mettere a disposizione degli sviluppatori strumenti estremamente potenti e versatili.

Per risolvere almeno in parte il problema legato all’installazione di software di terze parti, l’iPhone richiederà che le applicazione vengano certificate con una firma digitale, adottando così la stessa soluzione scelta da Nokia per i suoi telefoni cellulari.

[Read more…]